Come riciclare e conservare piante e alberi di Natale dopo le feste

Il Natale è ormai passato mentre il 6 gennaio, ultimo giorno che chiuderà le festività, è ormai alle porte. Molti di noi hanno decorato la casa con il tradizionale albero  ed alcune piante caratteristiche del Natale che ora, come sempre accade, avranno un loro ciclo di vita e non vanno buttate solo perché un po' imbruttite o giunte alla fine della loro "periodo".  Ma c'è un modo per tenere in vita o almeno riciclare l'albero, la stella di Natale, l'agrifoglio e tutte quelle piante che abbiamo comprato apposta per colorare casa?

L' Albero di Natale è probabilmente l'elemento più difficile da conservare per via delle sue dimensioni. Tenete conto che al momento dell'acquisto sarebbe bene sapere che tipo di abete avete comprato per sapere se questo si può reintegrare nel vostro ambiente  e, nel caso, piantarlo in giardino o in un vaso in terrazza (se avete questi spazi). E' un sempreverde che cresce spontaneamente in montagna ed a queste condizioni potrebbe anche resistere. In caso non abbiate troppi spazi, esistono dei punti di raccolta organizzati dai comuni ( ne citiamo alcuni) o da  aziende private:

  • ASM Prato dal 3 all'11 Gennaio
  • AMA Roma dal 7 al 19 Gennaio
  • Ikea (vedi sito per le città)  dal 4 al 12 Gennaio
  • Novara, isola ecologica via sforzesca), dal 7  al 31 Gennaio

La stella di Natale rappresenta in tutto e per tutto queste festività e, per questo, la sua vita. tende a cessare col termine dell'anno subito dopo il Natale. Molti di voi si saranno accorti, come per molti alberi, che al di sotto del vaso la presenza di radici è quasi nulla se non addirittura assente proprio perché queste piante hanno spesso  un solo uso commerciale destinato a durare poco. Se siete però andati in cerca di un prodotto discreto e, soprattutto, avete voglia di far durare la vostra piantina, non dovete far altro che mettervi al lavoro. Da gennaio a Maggio la poinsettia subisce un periodo di decadimento nel quale perde le foglie e perde energia. Mantenetela in punto luminoso ed a una temperatura mai inferiore ai 16° C finché a Primavera inoltrata, non sarà pronta per un rinvaso, la potatura e, se vorrete anche per  la sua collocazione all'esterno ( mai alla luce diretta del sole!) Da settembre sarà poi necessario riporla in casa,avendo cura di mantenerla  al buio dalle 17 al mattino successivo per un paio di mesi circa. Accertatevi inoltre che il terreno resti umido al punto giusto e non su asciughi troppo.


Potrebbe interessarti anche...





 

Scrivi commento

Commenti: 0