Tigrida pavonia: il fiore che vive un istante...

La sua bellezza è straordinaria almeno quanto la durata (stagionale) della sua vita. Questo esemplare infatti dura solamente dal sorger del sole al crepuscolo ma, nel suo utilizzo come fiore ornamentale è di grande effetto perchè i singoli elementi di ogni bulbo sbocciano in successione dando colore al giardino per tutta l'estate! Se poi volete farla durare negli anni è bene estrarre i bulbi a fine stagione e riporli in un luogo asciutto durante il periodo invernale.

Coltivazione

Il tubero (in realtà di questo si tratta), va piantato tra metà aprile e maggio in terreni ben drenanti ed a una profondità di 10 cm ca. mantenendo i tuberi ad una distanza di 5-10 cm tra loro. La posizione dovrebbe essere preferibilmente soleggiata per dare anche la possibilità al terreno di assorbire meglio poichè la Tigrida teme molto i ristagni e in fase di crescita della pianta l'acqua è necessaria in abbondanza.
Finito il periodo di fioritura, è importante preservare i tuberi riportandoli in un luogo riparato e ascitto o, se proprio preferite lasciarli in giardino, ricopriteli con della pacciamatura accertandovi che non marciscano o non subiscano ristagni.



Potrebbe interessarti anche...

Scrivi commento

Commenti: 0