Floriade 2017: L'Australia e Canberra si colorano di fiori.

La storia di Floriade

La prima edizione di Floriade si è tenuta nel 1988 dopo che Peter Sutton ed il suo collega, il designer paesaggistico Chris De Bruine, hanno messo in piedi l'idea di creare un evento floreale per celebrare il bicentenario dell'Australia ed il 75° "compleanno" di Canberra.

Sin dalla prima edizione, la comunità locale ha abbracciato favorevolmente l'evento che si è presentato con l'esposizione di bulbi annuali ed esotici che, nello splendido clima primaverile di Canberra, hanno trovato il luogo ideale in cui svilupparsi e fiorire al meglio. Per questo si è deciso di creare un evento annuale fatto anche di giornate piene di musica, eventi culturali, laboratori, spettacoli ed eventi vari che, ogni anno, porta oltre 480 mila visitatori.

 

Il programma

L'edizione di Floriade del 2017 durerà esattamente 30 giorni, con inizio il 16 di settembre e chiusura programmata per il 15 di ottobre.

Il programma, intenso e variegato, prevede attività quotidiane ed eventi che si susseguiranno nel corso delle settimane.

 

Eventi quotidiani:

  • La ACT Heart Fundation, l'ente di beneficenza di Floriade organizza ogni mattino, dal lunedì al sabato alle 8, una passeggiata mattutina prima dell'apertura. e dell'arrivo della folla.
  • I mercatini di Floriade sono aperti tutti i giorni, compreso il fine settimana, e sono l'occasione giusta per cercare un oggetto o un'occasione giusta da portarsi a casa.
  • La ruota panoramica e gli altri divertimenti  non sono solo un'ottima opportunità per ammirare un milione di tulipani dall'alto, ma anche l'occasione per i più piccoli per divertirsi mentre i genitori visitano il parco.
  •  Il ricco programma musicale  sarà riempito da gruppi scolastici e comunità locali con balli, tamburi, band e molto altro!

 

 

Dove, come, Quando

Dal 16 di settembre al 15 di ottobre 2017

Floriade, Commowealth Ave Parks ACT 2600, Canberra, Australia

www.floriadeaustralia.com

 

 

 

Potrebbe interessarti anche...

Scrivi commento

Commenti: 0