Piante grasse l'echeveria

Caratteristiche principali

Ha ispirato tantissimi dipinti e la sua particolare forma è stata al centro di tantissimi studi: è l'echeveria, una pianta succulenta originaria del Sud America, in particolare del Messico. In realtà, sarebbe sbagliato parlare di echeveria come se ci si riferisse a un'unica pianta, perché a dire il vero questa denominazione racchiude in sé numerose specie, che spesso si allontanano notevolmente tra loro per caratteristiche e peculiarità.
Il suo nome così particolare è in realtà un omaggio a un grande pittore messicano, Atanasio Echeverría y Godoy attivo nel XVIII secolo, conosciuto nel mondo per le sue opere con soggetto le piante che, in molti casi, erano proprio questi esemplari. Atanasio Echeverría y Godoy mise la sua arte al servizio della botanica del suo Paese, accompagnando due esperti in una missione di catalogamento e inventariato sul territorio messicano, allo scopo di realizzare un manuale completo sulle specie presenti nel Paese.
L'echeveria è una pianta succulenta molto particolare e facilmente riconoscibile, grazie ai segni distintivi che la rendono inconfondibile. Dispone di foglie piatte e carnose, che crescono sullo stelo nella tipica conformazione a rosetta che contraddistingue diverse specie di piante grasse. Nelle piante mature, quando raggiungono l'età adulta, dal fusto crescono diverse piantule, che spesso compaiono in numero massiccio. Queste piantule possono essere lasciate crescere con la pianta madre oppure possono essere staccate e a loro volta trapiantate, per dare vita a nuove piante completamente indipendenti. Tra le caratteristiche più apprezzate di questa piante c'è la lunga durata dei suoi fiori, che solitamente sono di un bel rosso vermiglio acceso, che contrasta in maniera netta con il verde profondo delle foglie e del fusto

Metodologie di coltivazione

La semplicità di coltivazione caratterizza queste piante succulente, per le quali non è assolutamente necessario avere il pollice verde per ottenere ottimi risultati! Il primo consiglio che si può dare per coltivare una deliziosa piantagione di echeveria, o semplicemente far crescere qualche piantina nel proprio giardino, è quello di individuare una zona molto luminosa, possibilmente irradiata dalla luce naturale diretta del sole. Sono piante abituate a crescere nei deserti messicani, quindi non temono nemmeno il solleone più caldo, anzi. Se si decide di farle crescere all'interno della casa, è importante che ricevano comunque una buona dose di luce quotidiana per il loro benessere. Queste piante richiedono di essere innaffiate in maniera regolare, ma anche se si salta qualche giorno non succede nulla, sanno dosare alla perfezione il loro fabbisogno idrico: ovviamente, durante i mesi più caldi sarebbe consigliabile un'innaffiatura più frequente rispetto ai periodi invernali, durante i quali queste piante sanno sopravvivere perfettamente anche sena acqua per lunghi giorni. Ovviamente, attenzione alla quantità di acqua, che non dev'essere mai eccessiva e, soprattutto, non deve fare ristagni. A proposito di coltivazioni invernali, benché queste piante siano in grado di resistere bene agli sbalzi termici e al freddo, si consiglia di non esporle mai a temperature inferiori 4/5 gradi, quindi se vengono coltivate in vasi tenuti all'esterno, nel periodo invernale nelle zone più fredde si consiglia di ripararle all'interno per garantirsi una buona fioritura nel periodo estivo.
Non richiede molte cure ma l'ideale sarebbe se l'echevria venisse concimata almeno una volta al mese, soprattutto durante il periodo vegetativo. E' importante utilizzare il concime specifico per le piante succulente e utilizzare un terriccio che sia composto da sabbia e da torba in parti uguali, in modo tale che garantisca una buona capacità drenante. Ogni primavera andrebbe fatto un rinvaso.

Curiosità

Tra le specie di echeveria ce ne sono alcune molto particolari, le cui foglie sono completamente rosse. Si tratta della varietà, appunto, di Echeveria Rossa. La colorazione così particolare è dovuta a una speciale reazione delle foglie a contatto con la luce del sole, che da verdi le trasforma in rosse. Le rose di questa specie sono molto ampie e ospitano la fioritura estiva di meravigliosi fiori rossi con bordi gialli, molto caratteristici.

 

Potrebbe interessarti anche...