· 

La magia di Orticolario e del lago di Como: fotoracconto dell'edizione 2019

Un bel sole e un clima ancora mite hanno fatto da contorno a questa edizione  2019 davvero unica e colorata.
Approdando alle porte di Villa Erba  sorprende subito la mole incredibile di gente che si dirige verso gli ingressi di Orticolario: tantissimi bambini ordinati e raggruppati rallegrano l'ambiente, mentre tante persone di ogni età ammirano il lago e le bancarelle ricche di ogni genere di pianta, fiore ma anche prodotto alimentare proveniente da ogni angolo del paese

Tutto sembra magico e rilassante in un ambiente in cui acqua, piante, idee nuove si miscelano per dare un sorso di vita all'aria aperta ad un pubblico che sceglie, per un weekend, di portarsi a casa o solo vedere, qualcosa di veramente straordinario.
Ma osservando quanti escono con carrelli carichi di fiori e piante, imbracciando vasi colorati, sembra quasi che in molti vogliano portarsi via un po' di Orticolario fino alla prossima edizione...magari per non sentirne troppo la mancanza!

Le foto

I premi

 

Tra i momenti clou della giornata le premiazioni delle installazioni realizzate nel parco, selezionate dalla giuria del concorso internazionale “Spazi Creativi”. Ad aggiudicarsi il premio “La Foglia d’Oro del Lago di Como” (ideato e realizzato da Gino Seguso della storica Vetreria Artistica Archimede Seguso di Murano) lo spazio intitolato “Move n’ meet”, progettato da Mirco Colzani, realizzato in collaborazione con gli allievi della Fondazione Minoprio. Questa la motivazione espressa dalla giuria: “Per la maestria nell'uso dei diversi materiali e nella ricerca delle piante. L'audacia nell'accostamento di piante comuni e insolite in un contesto contemporaneo crea un viaggio nello spazio e nel tempo”.

 

Tra gli “Spazi Creativi”, “Time Travel” di Nicoletta Mattezzi si aggiudica i premi “Empatia”, “Villa Carlotta”, “Villa d'Este” e “AIAPP - Matilde Marazzi” (quest'ultimo ex aequo con “Move n’ meet”), mentre a “5” di Mario Mariani sono stati consegnati i premi “Arte”, “Gardenia” e “Stampa”.


Il Bus Garden

Sarò sincero. Una delle cose che più mi incuriosiva di questa edizione di Orticolario era proprio questo autobus fiorito. Quando ne ho sentito parlare ala presentazione di luglio la mia curiosità è schizzata ai massimi livelli.

Sabato mi sono messo subito alla sua ricerca e la soddisfazione, vedendolo, è stata totale! Dovremmo avere tutti autobus così in città, per rendere l'ambiente più verde e il mondo più allegro.
Il progetto di Leonardo Magatti, Vivai la Siepe, in collaborazione con le ASF autolinee di Como è stato davvero un successo...
Ecco le foto del tetto fiorito e degli interni:

Scrivi commento

Commenti: 0