· 

Zebrina: una pianta perfetta per la casa

Foto di Tammarazzi da Pixabay

Conosciuta come erba errante, la zebrina pendula è una pianta a crescita rapida con foglie di un verde intenso segnate da variegature argentate o viola colorate e parti inferiori vellutate di viola. Sebbene coltivata come pianta da interno in quanto molto resistente è adatta anche per crescere all'aperto nei climi caldi.

Con i suoi steli carnosi e succulenti, la zebrina si diffonde facilmente piantando le talee. Appartenente alla famiglia delle Commelinaceae questa pianta il cui nome è dovuto alle linee tipiche presenti sul dorso della zebra, è una delle più ornamentali e coltivabile in tutto il mondo. Le foglie sono di forma ovale e lanceolate e si presentano di un colore verde molto brillante in particolare nella specie nota con il nome botanico di Tradescantia Fluminensis, mentre assumono una tonalità porpora nella Setcreasea Purpurea che tra l’altro presenta le foglie più ovali e screziate con linee verdi e grigie o con delle striature biancastre e rosa sulla parte superiore. I fiori invece sono di color viola molto piccoli ma non per questo graziosi.

Coltivazione della zebrina

Per coltivare la zebrina in primis è necessario usare del terriccio misto a perlite e torba in modo che si possa garantire un ottimo drenaggio. In secondo luogo all’atto dell’invaso di una talea bisogna annaffiare accuratamente la miscela fino a quando diventa uniformemente umida ma non fradicia. Fatto ciò, va tagliato un pezzo di stelo di una lunghezza compresa tra 10 e 12 cm assicurandosi che abbia almeno tre o quattro gemme fruttifere, ovvero piccole sporgenze in cui una foglia si attacca allo stelo. Alla fine il contenitore va posizionato in una zona in cui sia garantita una luce intensa e indiretta che esalta i colori brillanti delle foglie. Da evitare è quella diretta e le finestre troppo soleggiate, in quanto l’eccessivo calore può bruciare la pianta o impedirne il corretto radicamento. Annaffiature regolari sono poi necessarie fino a una nuova ricrescita.

Malattie e cure della zebrina

La zerbina non è praticamente a rischio di malattie gravi, ma per garantire una fioritura abbondante e che esalti le sue uniche caratteristiche è opportuno utilizzare del fertilizzante adeguato durante l'autunno e l'inverno. Per le piante da interno, il prodotto deve essere liquido e miscelato secondo le specifiche indicate sull'etichetta. Per nutrire una zebrina da esterno conviene invece optare per un fertilizzante a lenta cessione secondo le raccomandazioni del produttore.

Caratteristiche uniche della zebrina

I floricoltori ma anche tanti appassionati di giardinaggio, non fanno mai mancare nelle loro collezioni la zebrina quadricolor soprattutto perché presenta una caratteristica unica e molto suggestiva difficilmente riscontrabile in altri esemplari. Infatti i fiori come del resto si evince dalla denominazione stessa, crescono all’unisono proprio con quattro varietà di colori che rendono la pianta un bouquet da interno o da esterno a dir poco stupefacente.

Scrivi commento

Commenti: 0