· 

Il mare protetto delle terre di Pisa

San Rossore
San Rossore

Spiaggia libera e selvaggia a Marina di Vecchiano e bagni di sole in spiaggia a numero chiuso a San Rossore. A piedi o in bicicletta nelle pinete, specie floreali e animali rare.

Il parco naturale di Migliarino, San Rossore e Massaciuccoli è delimitato da trenta chilometri di spiagge in costante movimento, protette da dune e da pinete.

 

Siamo nelle Terre di Pisa davanti a un mare unico lungo l’intera costa tirrenica, dove spiagge attrezzate si alternano alla riserva naturale: la Lecciona, la Bufalina, Bocca di Serchio, Lame di Fuori, Dune di Tirrenia...

 

Le foci dell’Arno e del Serchio creano in questo tratto di costa una condizione geografica peculiare che ospita numerose specie vegetali e animali rari come il fratino, uccello a rischio di estinzione, che solo qui ha trovato l’habitat giusto dove nidificare e riprodursi.

 

Dove oggi si estendono le dune e le pinete dell’attuale Parco naturale, originariamente stagnava una palude salmastra, parte di un’antica laguna che si protendeva fino a Pisa. Fu il Granduca di Toscana Ferdinando II de’ Medici a volere questi luoghi selvaggi, popolati da cinghiali, daini e volpi, nei suoi possedimenti, convinto che si sarebbe ben adattato al clima mite di San Rossore, come in effetti avvenne. Ci vollero comunque diversi secoli e ingenti lavori di bonifica affinché questo vasto territorio divenisse meta di visite naturalistiche e uno scrigno di biodiversità. Oggi, infatti, è possibile perdersi tra sentieri che come sottili vene attraversano boschi di pioppi, lecci, pini e frassini; ammirare i colori della soldanella di mare e dell’ibisco; adocchiare aironi che placidamente planano sulle acque o gru cenerine che sonnecchiano, incuranti della natura che non dorme mai intorno a loro.

 

La Tenuta di Migliarino, nel comune di Vecchiano e quella di San Rossore, in quello di Pisa costituiscono il cuore di questa ricchezza naturalistica. Migliarino si estende fino a Marina di Vecchiano, una lunga spiaggia libera (interrotta da tre piccoli spazi attrezzati che utilizzano rigorosamente materiali naturali) sabbiosa e selvaggia che dalla foce del Serchio lambisce Torre del Lago Puccini. Qui si estende un sistema dunale di grande interesse, in cui vegetano le alofite e le alotolleranti, che in altre zone del parco non sono presenti a causa dell’erosione della costa. Il comune di Vecchiano, insieme all’Università di Pisa, ha voluto sottolineare l’importanza di questa biodiversità promuovendo un singolare progetto di orto botanico, ovvero una duna artificiale visitabile a fini didattici.

 

L’estensione e la conseguente varietà di paesaggi sono peculiarità che attirano visitatori dai più diversi desideri: i contemplativi e gli amanti del tramonto sul mare possono partecipare a escursioni estive su litorali incontaminati mentre gli sportivi non si faranno mancare lunghe pedalate nelle pinete di San Rossore o magari vorranno conoscere meglio il padrone di casa di queste terre, il cavallo. Ben sei, infatti, i centri ippici che propongono escursioni in compagnia di mansueti quadrupedi, che lentamente cullano fin verso i boschi più interni.

 

Il Parco ospita due Oasi WWF: le Dune di Tirrenia e il Bosco di Cornacchiaia che organizzano passeggiate e molte attività.

Foto: Marina di Vecchiano

BAMBINI

Un’aula con il cielo per soffitto, il palco delle emozioni

Nonostante le restrizioni, anche quest'anno i bambini possono partecipare ai campi nel Parco.

Il maneggio Equitiamo, immerso nella Tenuta di San Rossore nella zona della Sterpaia, ha già iniziato le attività e propone un'aula verde a cielo aperto. In un grande prato verde si tengono le lezioni di didattica ambientale, a queste si aggiungono passeggiate nei misteriosi ambienti naturali di San Rossore e il palco delle emozioni dove bambini raccontano ai propri compagni le sensazioni sulle giornate vissute a contatto con la natura e con gli animali, primi fra tutti i pony. Sono in programma anche gite con la propria bici, che viene adeguatamente sanificata dagli organizzatori.

Il campo è adatto ai bambini dai 6 agli 11 anni.

Informazioni e iscrizioni: t. 338 7887229 - valeria.gambogi@virgilio.it

 

Si chiama Avventura nel Parco il campo solare organizzato dall'Oasi Lipu nella Tenuta di San Rossore che alterna attività di laboratorio naturalistico a escursioni sostenibili negli ambienti più significativi del Parco, dalle gite in canoa sul lago, alle escursioni in bicicletta nelle immense foreste di San Rossore, fino alla scoperta delle spiagge più selvagge, per concludere la settimana con un’attività dedicata al volontariato ambientale in cui i bambini potranno riflettere sul significato di prendersi cura dell’ambiente in cui viviamo.

Per informazioni ed iscrizioni: t. 0584 975567 - oasi.massaciuccoli@lipu.it

Foto Paesaggi

Sulla spiaggia del Gombo per osservare il mare

 

La spiaggia naturale del Gombo, con le sue dune e la vista della foresta pietrificata, diventa protagonista di una nuova escursione, in via sperimentale, che si aggiunge alle numerose visite guidate organizzate nel Parco di Migliarino San Rossore Massaciuccoli.

 

L’attività elioterapica della ‘Buca del Mare’, gestita dal Circolo Ricreativo Aziendale San Rossore, riparte con strutture rinnovate in legno e materiali naturali e con la novità della visita guidata tutti i giorni fino al 13 settembre, con 15 ombrelloni a disposizione dal lunedì al venerdì e 10 nei weekend.

 

Si parte da Cascine Vecchie con un mezzo messo a disposizione dal Centro Visite e l’arrivo alla spiaggia naturale nella zona chiamata ‘La buca del mare’, dove poter stare sotto l’ombrellone, prendere il sole e godere della bellezza della spiaggia, rispettando l’ambiente e il divieto di balneazione.

 

Prenotazioni: t. 050 530101

 

Prezzo: 30 euro (transfer e ombrellone)

I partecipanti devono rispettare le disposizioni di sicurezza antiCovid.

 

 

Escursioni, visite guidate, noleggio bici e il trenino elettrico

 

Passeggiata in carrozza, elioterapia sulla spiaggia, gite in bici lungo i sentieri della Tenuta. Basta noleggiare una biciclette o una ciclocarrozzella, oppure esplorare il Parco a bordo di un calesse trainato dai forti cavalli TPR. Sabato e domenica è disponibile il tour con il trenino elettrico tra i boschi e le pinete della Tenuta con arrivo fino al mare. Partenza alle 8.30, 9.30, 10.30, 11.30 dal parcheggio di via Pietrasantina.

Il servizio è gratuito, su prenotazione fino ad esaurimento dei posti.

 

Prenotazioni: t. 050 530101

 

Culto e cultura. La basilica di San Piero a Grado

 

La tradizione vuole che qui sbarcò San Pietro, proveniente dalla Palestina e diretto a Roma, nel 44 d.C. Ancora oggi nell’abside si conserva la colonna con il piano di marmo utilizzata come altare durante la messa celebrata dal fondatore della Chiesa Cristiana. Degni di nota gli affreschi del pittore lucchese Deodato Orlandi che raffigurano i primi papi cristiani. Lo splendido complesso romanico in tufo e marmo bianco, è impreziosito da eleganti decorazioni ceramiche risalenti al X secolo d.C., che raffigurano imbarcazioni o semplici motivi geometrici.

 

Info: 050 960065

 

Foto Pisa

Non ci dovrebbe essere bisogno di tante presentazioni ma nella foto a sinistra la famosissima torre pendente di Pisa e a destra il Duomo in Piazza dei Miracoli, patrimonio dell'UNESCO dal 1987

Scrivi commento

Commenti: 0